GINO e JACQUES, amici e avversari eleganti. Sono tra le persone più vere e umane conosciute nel mondo del rugby. Abbiamo pranzato diverse volte insieme, viaggiato a orari impossibili in auto lungo l’Italia.

Abbiamo gustato il buon vino siciliano e parlato di fronte a un caffè, cenato nella nebbia di Parma.

Sono amici fra loro di un’amicizia fatta di lunghe discussioni e silenzi pieni di significato, di battute intelligenti e sono amici per noi a cui vogliamo bene. Persone diverse Gino e Jacques, ieri insieme in #Italrugby, in Nazionale mentre salivano in postazione all’Olimpico; venerdì avversari a Marsiglia.

Una partita crudele del Sei Nazioni. Che non lascia alternative ad entrambe le formazioni per tanti aspetti.

” La vita nello sport è così, oggi e domani non sono mai giorni uguali. ” Ci salutammo così con Jacques Brunel che andava via dall’Italia. Venerdì tornerà da Francese, con i Francesi. Lo saluteremo. Con un sorriso. E credo sarà emozionante vederli su fronti opposti. Sarà bello come il rugby.

Vai Italia…vai Gino!

Pubblicato da RUGBYLJA su domenica 14 febbraio 2016